Bollettino meteo di mercoledì 16 aprile 2014

Avvertenze:    

Permangono condizioni di instabilità con locali precipitazioni anche a carattere di breve rovescio o temporale sulle zone interne e con deboli nevicate a quote superiori ai 1000 metri.

Pertanto Enti e Sindaci, ambito proprie competenze in materia di protezione civile, vorranno tener conto di tali avvertenze e di quanto contenuto nell’allegato bollettino previsionale per la regione Campania, ai fini dell’impiego dei propri dispositivi di vigilanza, di pronto intervento e per eventuali attività di soccorso previsti nelle rispettive pianificazioni per il rischio idraulico e idrogeologico e per le annunciate precipitazioni nevose sulle zone montuose.

Inoltre sono previste gelate notturne sui rilievi a quote superiori ai 700 mt. e localmente anche a quote inferiori pertanto enti in indirizzo vorranno utilizzare ogni utile dispositivo atto a segnalare i fenomeni annunciati ai fini della sicurezza stradale.

Enti con competenza in ambito marittimo e sindaci dei comuni costieri e delle isole, in relazione alle indicazioni delle condizioni del mare (molto mosso o agitato), sono invitati ad elevare lo stato di vigilanza sui mezzi in navigazione ed alle aree costiere esposte al moto ondoso.

 

questo Ce. Si. seguirà l’evoluzione dei fenomeni attesi fino al loro esaurimento ed invita a prestare attenzione ad eventuali successive comunicazioni in merito.

 

Bollettino meteo di martedì

Avvertenze:    nuvolosità in progressiva intensificazione associata a precipitazioni diffuse dal pomeriggio che assumeranno anche a carattere di moderato o forte rovescio o temporale.

dalla serata si segnalano i seguenti fenomeni: 

repentino calo delle temperature che determineranno, sulle zone appenniniche, condizioni favorevoli a precipitazioni di carattere nevoso oltre i 900 – 1000,

attività elettrica durante i temporali con possibilità di grandinate,

rinforzo dei venti, tendenti a divenire settentrionali, e del moto ondoso.

Pertanto Enti e Sindaci in indirizzo, ambito proprie competenze in materia di protezione civile, vorranno tener conto di tali avvertenze e di quanto contenuto nell’allegato bollettino previsionale per la regione Campania, ai fini dell’impiego dei propri dispositivi di vigilanza, di pronto intervento e per eventuali attività di soccorso previsti nelle rispettive pianificazioni per il rischio idraulico e idrogeologico.

S’invita a provvedere alla verifica del regolare funzionamento del reticolo idrografico e dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche, di sorvegliare le aree a rischio frana e/o colate rapide di fango, individuate nei P.A.I. delle Autorità di Bacino, di prestare attenzione alle aree depresse o soggette ad allagamenti avendo cura d’informare i residenti in dette aree, ai fini dell’autotutela e per porre in sicurezza i beni esposti, della possibilità d’invasione delle acque nei locali sottoposti al piano stradale e a piano terra.

Enti con competenza in ambito marittimo e sindaci dei comuni costieri e delle isole, in relazione alle indicazioni relative alle condizioni meteo marine, sono invitati a elevare lo stato di vigilanza per i mezzi in navigazione e lungo le coste esposte al moto ondoso.

s’invita infine a vigilare le strutture soggette alle sollecitazioni del vento e le aree a verde pubblico.

questo Ce. Si. seguirà l’evoluzione dei fenomeni attesi fino al loro esaurimento ed invita a prestare attenzione ad eventuali successive comunicazioni in merito.